Ossido di zinco: proprietà e benefici per la pelle

15/01/2021

L'ossido di zinco è una polvere bianca ampiamente utilizzata nella preparazione di pomate specifiche, cosmetici e creme solari. Può essere acquistato anche in forma di polvere pura ma, per via delle sue molte proprietà benefiche, viene solitamente utilizzato per la preparazione di:

  • Creme e pomate;
  • Lozioni per la cura del viso;
  • Spray cutanei;
  • Cosmetici di diverso impiego;
  • Prodotti per la cura delle unghie;
  • Prodotti per la pelle delicata dei bambini.

Spesso nell'elenco degli ingredienti (INCI) lo troviamo anche indicato con il nome di Zinc Oxide e, se siamo soliti prestare attenzione alla "ricetta" delle preparazioni cutanee e cosmetiche, vediamo che si trova in moltissimi prodotti: scopriamo insieme perché!

Le proprietà dell'ossido di zinco

Questo ingrediente possiede un forte potere anti-irritativo, che lo rende in grado di lenire le infiammazioni e le irritazioni cutanee: proprio per questo è l'ingrediente d'elezione di moltissimi prodotti dedicati al cambio del pannolino. Ha infatti la capacità di evitare l'insorgenza delle piaghe e delle irritazioni sulla pelle sensibile perché in grado di assorbire gli essudati cutanei e il sudore.

Contrasta il bruciore e il prurito, grazie al suo effetto lenitivo e rinfrescante: possono trarne beneficio anche i pazienti più anziani e le persone con scarsa mobilità perché il suo impiego aiuta a prevenire le piaghe da decubito. Favorisce la guarigione dell'epidermide dalle piccole ferite, velocizzandone la guarigione e aiutando a prevenire la pelle arrossata e altri eventuali disturbi della cute.

Evita inoltre la proliferazione dei batteri e di altri microrganismi, responsabili delle infezioni, specialmente in caso di acne e brufoli. Per questa sua azione antisettica è l'ideale per sfiammare e asciugare le imperfezioni della pelle del viso, in modo delicato.

La sua capacità di formare uno schermo protettivo dai raggi solari e dagli agenti atmosferici lo rende il componente ideale per la preparazione di creme solari dedicate alle pelli particolarmente sensibili, come quelle dei bambini.

Quali sono le controindicazioni dell'ossido di zinco?

Si tratta di una sostanza generalmente ben tollerata e priva di controindicazioni. Si trova in prodotti dedicati alle pelle più sensibili come quelle di anziani e bambini proprio per via della sua massima tollerabilità. Nonostante questo alcune persone potrebbero mostrare un'ipersensibilità alla sostanza: in questo caso è bene rivolgersi ad un esperto per trovare delle soluzioni alternative.

I benefici dell'ossido di zinco per la pelle

Per tutti i problemi dermatologi come:

  • Eczemi;
  • Dermatiti;
  • Psoriasi;
  • Arrossamenti cutanei dovuti al sole o alla depilazione;
  • Brufoli e acne;
  • Irritazioni da pannolino e piaghe da decubito.

Ulteriori utilizzi dell'ossido di zinco possono essere:

  • Bendaggio all'ossido di zinco: una proceduta effettuata sotto consiglio del medico e indicata per favorire la guarigione della pelle dopo la rimozione del gesso in seguito a fratture, oppure in caso di edemi, tromboflebite, insufficienza venosa e ulcere delle gambe;
  • Protezioni solari: l'ossido di zinco agisce come un filtro fisico riflettendo e disperdendo le radiazioni solari, si tratta di una protezione molto efficace che però spesso lascia sulla pelle un'antiestetico effetto "bianco".

L'ossido di zinco contro la dermatite

Uno dei problemi cutanei più diffuso tra la popolazione è la dermatite: sotto questo termine infatti ricadono moltissime diverse malattie della pelle, caratterizzate solitamente da infiammazione e prurito.

Esistono molti tipi di dermatite e i sintomi tipici comprendono:

  • Eruzione cutanea;
  • Vescicole o ulcere;
  • Essudazione;
  • Croste;
  • Gonfiore;
  • Ispessimento della pelle;
  • Prurito.

Il termine dermatite è molto generico, esistono infatti diversi tipi di dermatite dovute alle cause più disparate: il consulto con un esperto è importante per agire sulle cause del disturbo e trovare la soluzione.

Per via delle sue proprietà lenitive, assorbenti e calmanti, l'ossido di zinco può rappresentare un valido ingrediente nelle preparazioni dedicate alla dermatite, poiché:

  • Aiuta a lenire il prurito;
  • Contrasta gli arrossamenti;
  • Previene le infezioni batteriche;
  • Assorbe gli essudati.

Come utilizzare l'ossido di zinco?

Per i disturbi della pelle è consigliato utilizzare l'ossido di zinco sotto forma di creme e pomate, seguendone la posologia. Generalmente i prodotti dedicati alla cura delle irritazioni hanno concentrazioni di ossido di zinco comprese tra il 10 e il 15%, e contengono ulteriori sostanze con azioni specifiche in base al tipo di problema.

Grazie alle molteplici applicazioni di questa sostanza, una crema all'ossido di zinco è un prodotto che non dovrebbe mai mancare tra i prodotti da tenere abitualmente in bagno.

Crema lenitiva all'ossido di zinco: quali sono le sue caratteristiche?

La Crema lenitiva Most contiene ossido di zinco e magnesio silicato: la loro azione sinergica è in grado di alleviare i principali disturbi della pelle, per offrire una protezione ad ampio spettro e la massima versatilità. Queste sostanze funzionali hanno proprietà:

  • Astringente e lenitiva di prurito e arrossamento;
  • Assorbente della sudorazione e della seborrea;
  • Antifrizione e riflettente solare minerale lieve.

Si tratta di una crema dalla consistenza evanescente, spalmabile con facilità che non lascia la pelle unta e nemmeno il tipico alone bianco delle creme all'ossido di zinco e magnesio silicato. I due ingredienti sono infatti presenti in forma micronizzata e, una volta dispersi con il massaggio, scompaiono alla vista pur mantenendo la massima efficacia. Vengono utilizzati ossido di zinco e magnesio silicato di grado farmaceutico, cioè gli stessi impiegati per la preparazione delle compresse dei farmaci e per questo estremamente purificati.

La formulazione non contiene vaselina, grassi animali, resine e profumi per rendere la crema ben tollerata dalla cute sensibile dei bambini o in caso di dermatite atopica, anche con un utilizzo prolungato.

Quando utilizzare Most Crema lenitiva all'ossido di zinco?

Applicare una volta al giorno massaggiando delicatamente in caso di:

  • Pelle seborroica;
  • Dermatite di varia natura: atopica, da pannolino, delle palpebre;
  • Eritema Solare;
  • Irritazione da depilazione (a rasoio o a strappo) e peli incarniti;
  • Pitiriasi Rosea di Gibert, rosacea o couperose;
  • Macerazione dell’inguine o ai piedi, anche con vesciche;
  • Rash cutaneo da farmaci biologici.

Grazie alla sua capacità assorbente, questa crema può essere utilizzata al bisogno per prevenire le irritazioni da sfregamento che possono insorgere in caso di attività sportive come ciclismo e corsa poiché diminuisce gli attriti e assorbe la sudorazione.